Nella Stanza Delle Letture

Nella stanza delle letture: The Brontës, children of the moors – Recensione

9781445147314

Scritto ed illustrato da Mick Manning e Brita Granström , The Brontës, children of the moors è un libro splendido, che racconta in parole ed immagini la vita di Charlotte, Branwell, Emily ed Anne. Si tratta di una biografia a disegni in cui a parlare è Charlotte stessa apparendo in sogno a Michael (nella realtà proprio Mick, uno degli autori del libro), un bambino addormentato nella brughiera mentre aspetta di essere chiamato per recitare la parte del pastorello in una serie TV della BBC, giunta ad Haworth per girare Cime Tempestose. ok2
Le meravigliose immagini di questo libro inseme alla voce narrante di Charlotte, ci accompagnano in paese e sulla brughiera come in un sogno; i colori, il vento, i mattoni grigi del Black Bull e le case su Main Street vengono dipinte davanti ai nostri occhi in colori pastello, con pennellate veloci che ricordano il vento. Charlotte inizia a raccontare la storia della sua famiglia a partire dal loro arrivo al Parsonage, fino al giorno del suo matrimonio. Non manca nessuno dei riferimenti agli eventi più importanti della loro vita: da Cowan Bridge a Roe Head fino al Belgio, dalle tranquille passeggiate nella brughiera alla caotica Londra, dai mondi immaginari di Gondal e Angria al successo dei loro romanzi. Ma la storia della famiglia Brontë lo sappiamo, è anche una storia di dolore, e sebbene così raccontata sembri quasi una favola, Charlotte non evita di ripercorrere anche i momenti più bui con parole piene di semplicità e dolcezza.
ok1Particolarmente emozionanti sono i disegni che raffigurano i fratelli Brontë negli interni del Parsonage, quella casa che tante volte ormai abbiamo visitato ma che abbiamo visto sempre vuota. Finora abbiamo potuto solo immaginare i quattro fratelli giocare, leggere, lavorare in quelle stanze, ma tra le pagine di di questo libro possiamo magicamente trovare Charlotte, Emily, Branwell ed Anne seduti proprio nella cucina del Parsonage a raccontare le loro storie, o a scrivere su quel tavolo del salotto dove Emily incise l’iniziale del suo nome.
Il sogno del piccolo Mick si chiude con le ultime parole di Charlotte: “And this, dear listener, is all I have to tell you.”*; ma mentre si allontana, il bambino riesce a sentirla sussurrare quasi fosse una promessa:

“Well-well; the sad minutes are moving,
Though loaded with trouble and pain;
and sometimes the loved and the loving,
Shall meet on the mountains again.”*

*NdT. Non essendo ancora il libro edito in italiano The Sisters’ Room ha tradotto i seguenti brani per una migliore comprensione del testo:

  • “E questo, caro ascoltatore, è tutto ciò che ho da dirti”.

  • “Bene, bene, i minuti tristi se ne vanno
    sebbene carichi di pene e dolore
    e qualche volta, coloro che amano e che sono amati,
    si incontreranno di nuovo sulle montagne”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...